Toyota, l’annuncio è da non credere: le ha prese la Polizia

L’insufficienza dei semiconduttori costringe la Toyota a rivedere al ribasso la produzione globale di mezzo milione di veicoli

La Toyota Motor Corporation è una multinazionale giapponese che produce autoveicoli. La sede si trova nell’omonima città di Toyota. Si tratta della maggiore società automobilistica del Giappone, con una produzione stimata in circa nove milioni di veicoli l’anno. Oggi arriva un annuncio molto importante che riguarda il nostro Paese.

Il marchio Toyota (web source) 12.11.2022 fuoristrada
Il marchio Toyota (web source)

L’insufficienza dei semiconduttori costringe la Toyota a rivedere al ribasso la produzione globale di mezzo milione di veicoli per l’anno fiscale in corso; la svalutazione dello yen, tuttavia, consente alla prima casa auto al mondo di incrementare il fatturato e mantenere le stime invariate sui profitti. Le stime sull’output sono state ridotte da 9,7 milioni a 9,2 milioni, in primo luogo a causa delle difficoltà a reperire i chips, ma anche criticità nell’approvvigionamento di altri materiali

Negli ultimi sei mesi Toyota ha registrato un utile in calo del 23% a 1.200 miliardi di yen (7,9 miliardi di euro), a causa del rialzo dei prezzi delle materie prime, in particolare nel mercato del Nord America, mentre in Europa ha pesato sui conti la decisione presa in settembre di uscire dal mercato russo. Per l’anno fiscale che termina a marzo il costruttore giapponese ha lasciato invariate le stime sull’utile a 2.360 miliardi di yen e stima un cambio dollaro-yen a quota 135, da 130, e in confronto all’attuale livello di 147.

Nel nostro Paese, la Toyota è da sempre una delle case automobilistiche più apprezzate. E, allora, non deve sorprendere l’annuncio fatto recentemente.

Le Toyota e la Polizia

Sono oltre 300 le vetture che Toyota Motor Italia ha consegnato al Ministero della Giustizia per il rinnovo del parco veicoli della Polizia di Stato, dopo essersi aggiudicata la gara pubblica indetta da Consip. E’ una flotta composta da circa 300 Yaris con tecnologia Full Hybrid, caratterizzate da prestazioni con alta efficienza energetica ed emissioni estremamente ridotte, che saranno a servizio dei Penitenziari: a queste si aggiungono 20 Toyota Proace City, destinati invece alle Unità Cinofile antidroga.

La maggior parte dei modelli adotterà la livrea e gli allestimenti della Polizia Penitenziaria, mentre il rimanente 20% sarà utilizzato come auto civetta, in colori di serie, ma con gli equipaggiamenti speciali necessari per l’utilizzo da parte delle pubbliche autorità. Tutti i veicoli in dotazione alla Polizia di Stato sono equipaggiati con le tecnologie più avanzate per la sicurezza delle persone e la salvaguardia dell’ambiente.

La partnership tra Toyota e Polizia Penitenziaria (web source) 12.11.2022 fuoristrada
La partnership tra Toyota e Polizia Penitenziaria (web source)

”Siamo davvero orgogliosi di poter mettere tutta la nostra esperienza a disposizione delle Istituzioni che si occupano del compito fondamentale della tutela della sicurezza dei cittadini – ha dichiarato l’Amministratore Delegato di Toyota Motor Italia Luigi Lucà – Toyota da sempre dedica la massima attenzione allo sviluppo di tecnologie che rendano la transizione verso una mobilità sostenibile più pulita, sicura ed accessibile a tutti. La sicurezza e la protezione dell’ambiente sono valori cardine della nostra azienda e della nostra strategia Beyond Zero, con cui ci impegniamo a dare il nostro contributo verso una società migliore. Per questo siamo onorati di accompagnare nel loro lavoro quotidiano Istituzioni prestigiose come la Polizia di Stato e di poter mettere le nostre soluzioni più all’avanguardia a loro servizio”.