Bollo auto, grande notizia per gli italiani: non si pagheranno più

Il bollo auto è forse la tassa più odiata in assoluto dagli italiani, ma adesso le cose potrebbero fortemente cambiare.

Il bollo auto, la tassa più odiata dagli italiani forse. Ogni anno tutti gli automobilsti però devono procedere con il pagamento della stessa. Purtroppo non tutti riescono a pagarla agevolmente; esistono varie classi economiche di cittadini, come sappiamo bene, dai più ai meno abbienti.

Bollo auto, buone notizie per molti automobilismi: ecco la novità 26 novembre 2022 fuoristrada.it
Bollo auto, buone notizie per molti automobilisti: ecco la novità fuoristrada.it

E talvolta, può succedere che a molti capiti di andare in difficoltà con questa particolare spesa. Sappiamo bene che se non si paga la tassa automobilistica si rischia non poco dal punto di vista legislativo. Vediamo allora cosa potrebbe capitarci in tal senso e, soprattutto, se esistono soluzioni relative a tale imposta.

Le possibili sanzioni della tassa automobilistica

Il bollo auto non è certo una tassa che gli italiani non vedono l’ora di pagare. Ma a quanto ammontano le sanzioni se non paghiamo il bollo? Se si attendono due settimane, subiamo una sanzione dello 0,1% per ogni giorno di ritardo. Chi invece arriva ad aspettare fino ad un mese, può subire una sanzione pari all’1,5%. Dal primo al terzo mese, invece, si supera l’1,6%. Dal terzo al dodicesimo mese, si va addirittura oltre il 3%.

Se poi scade l’anno utile per il pagamento del bollo, la multa è pari al 30% dello stesso importo da pagare (più l’interesse dello 0,5%). Da questo momento in avanti, ovviamente, la situazione non migliora affatto dal punto di vista legislativo. Se si continua a non pagare per ben tre anni di seguito, beh, le autorità sono autorizzate alla radiazione dell’automobile dal pubblico registro, impedendone in ogni modo e luogo la circolazione stradale. Insomma, il Governo non scherza. Se la tassa automobilistica non viene pagata, le conseguenze possono essere pesantissime.

Bollo auto, il 2023 ci può sorridere: ecco perché

Abbiamo parlato del bollo auto, una tassa decisamente indigesta agli italiani. Che, se non pagata, può fare male, malissimo alle tasche di ognuno di noi. Meglio quindi non scordarsi di pagarla, o omettere il pagamento di proposito. Purtroppo però ci sono molti cittadini italiani che hanno accumulato vari arretrati, non avendo pagato per anni l’imposta. Proprio per loro, fortunatamente, il Governo vorrebbe e potrebbe venirgli incontro. La Legge di Bilancio 2023, che il nuovo Governo Meloni sta mettendo a punto in queste settimane, prevede un nuovo piano di pace fiscale per il recupero dei debiti che i contribuenti italiani hanno contratto con il Fisco. Molte multe e cartelle esattoriali finiranno, pare, in prescrizione automatica. In poche parole, saranno cancellate in via definitiva.

Bollo auto, questi automobilisti saranno favoriti dal Governo italiano (Web source) 26 novembre 2022 fuoristrada.it
Bollo auto, questi automobilisti saranno favoriti dal Governo italiano (Web source) 2022 fuoristrada.it

Parliamo in poche parole di multe e cartelle esattoriali fino a mille euro. Tale emendamento riguarda i verbali che sarebbero stati affidati all’Agenzia delle Entrate dall’1 gennaio 2000 al 31 dicembre 2015. Sanzioni che verrebbero cancellate entro il 31 gennaio 2023. Chi ha un debito che ammonta a massimo mille euro per il mancato pagamento del bollo, quindi, non dovrà più pagare. Talve mancato versamento andrà in prescrizione. Ma non è tutto. La Legge di Bilancio 2023 prevede anche una nuova rottamazione e sanatoria per cartelle di importo superiore ai mille euro e ricevute dopo il 2015. Si potrà quindi pagare di meno. Chi ha debiti con il Fisco, inoltre, dall’1 gennaio 2000 al 30 giugno 2022, potrà pagare solo l’importo dovuto a titolo di capitale.