Iscriviti alla newsletter di Fuoristrada.it:  


Pagina 1 di 3 123 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 22

Discussione: Islanda 2016: la mia esperienza e consigli su come affrontarla

  1. #1
    Iscrizione
    Aug 2010
    Fuoristrada
    Nissan Patrol GR 3.0 DI-T
    Città
    Bazzana di Mombaruzzo
    Messaggi
    789

    Predefinito Islanda 2016: la mia esperienza e consigli su come affrontarla

    In previsione del mio viaggio in Islanda, l'anno scorso avevo aperto questa discussione http://www.fuoristrada.it/showthread...-priorit%C3%A0 per chiedere consigli su che macchina usare e cosa avere... beh, io il viaggio l'ho fatto, e visto che mi è andato molto bene intendo raccontarvi quello che ho imparato affinché possiate andare preparati sulle cose importanti e risparmiare cose inutili. Dei paesaggi e dei posti da visitare vi dirò poco o nulla e non metterò foto per non rovinarvi la sorpresa.

    Tipologia di viaggio
    Avevo prenotato a inizio 2016 tramite l'agenzia di viaggi Fuori Rotta e io e il mio amico abbiamo speso all'incirca 3.000 € per il biglietto per noi 2 andata e ritorno, la macchina (entro i 190 cm di altezza) e una assicurazione sul viaggio di carattere sanitario e tecnico (rientro del mezzo in caso di rotture). Eravamo sistemati in cabine da 4 (con gli altri partecipanti al viaggio, nostri amici) dotate del proprio bagno, piccole ma comunque confortevoli. Per tutto il viaggio siamo stati guidati da Sergio (di cui posso dirvi di più in privato) che si è occupato dell'organizzazione, anche logistica, del viaggio. Con una modica cifra aggiuntiva ci ha fornito colazioni e cene. Comunque nel complesso eravamo in 13 su 6 veicoli: Nissan Patrol 3.0 5 porte, Land Rover Defender 90 TD5, Toyota KZJ95, KZJ78 e 2 HDJ100.
    Il viaggio che ho fatto si è svolto tra il 23 luglio e Ferragosto, sono partito dal Piemonte con la mia auto e con calma sono andato a Hirtshals, per partire martedì 26 luglio con la nave Norrona della Smyril Line. Ho attraversato il nord-Italia per incontrare gli altri partecipanti al viaggio in Veneto e abbiamo preso poi la A22 del Brennero. Dopo 45 ore di navigazione siamo sbarcati a Seydisfjordur e ci siamo diretti a Egilsstadir, un centro un po' più grande dove abbiamo fatto rifornimenti vari e fatto il pieno. Da lì è partito il nostro giro che in Islanda ci ha fatto percorrere 2.700 km, di cui almeno metà sterrati (alcuni facili, altri meno) della durata di circa 2 settimane e che ha seguito più o meno percorso l'isola in senso anti-orario passando per zone costiere fino a quelle più interne, passando un po' per tutti i punti di interesse: il ghiacciaio Vatnajokull, i vulcani Askja e Laki, le pozze calde di Geysir, le cascate di Skogafoss, Dettifoss (e molte altre), il lago Myvatn, la città di Reykjavik, la laguna ghiacciata di Jökulsárlón e un sacco di altri posti dai nomi improponibili che non ho mai imparato.
    Abbiamo sempre dormito nei nostri mezzi e/o tende, appoggiandoci ogni tanto a campeggi o rifugi, non abbiamo usato hotel o dormito in altre strutture.

    Il mio mezzo e la mia preparazione
    Il mezzo che ho usato è stato un Nissan Patrol 3.0 Di-T del 2002 a passo lungo che ho comprato a inizio anno con 147.000 a 8.000 €, il mezzo era ed è rimasto pressoché di serie ad eccezione dell'allestimento interno, dello snorkel, del compressore (50 Euro usato) con bombola (era un estintore vecchio) e delle gomme 235/85 R16 Cooper STT montate su cerchi originali con distanziali. Prima di partire ci ho fatto il tagliando con un controllo generale e basta.
    Ho scelto il Patrol perché dopo moltissime valutazioni tecniche ho sancito che fosse la macchina che a quel prezzo mi offrisse di più in termini di spazio, confort, mobilità in fuoristrada, affidabilità, molteplicità d'uso e facilità di preparazione, senza dimenticare anche la relativa freschezza.
    Posteriormente ho rimosso i sedili e la rete di separazione abitacolo/baule e ho costruito con un amico due "mobili" in multistrato da 18 millimetri (80 € di legno e altrettanto di minuteria, indipendenti, rimettendo la rete e i sedili la parte posteriore può restare sempre) che hanno creato un piano di circa 185 cm per 125, incernierati a metà in modo che sia davanti che dietro si potesse sollevare per accedere ai vani sottostanti. Nella parte posteriore ho fatto 3 vani accessibili da dietro più il vano in cui ho messo il serbatoio da 100 litri con una pompetta (25 Euro) esterna al serbatoio e un tubo con doccetta (15 Euro) da tirare fuori all'occorrenza alzando il coperchio.
    Inoltre c'è anche un inverter da 500 watt (40 Euro usato) e un interruttore per attivare la pompa, e in più partiva il filo per alimentare il frigorifero da 12 Volt (comprato al supermercato a 40 Euro e che è andato benissimo). Il frigo in fondo divide i piedi dei due dormienti, non da fastidio ed è sempre accessibile, anche in viaggio, pur restando un po' alto, e non viene mai coperto sopra in modo da funzionare ottimamente.
    Al di sopra di questo piano ho poi messo un materasso in un unico pezzo fatto di gommapiuma ad alta densità, un po' come i divani-letto, spessa 10 cm e realizzato su misura dall'Artigiana Materassi con una spesa di 150 Euro... una soluzione a dir poco comoda e ottimale.
    C'è anche una fibbia elastica fissata al legno che passa in centro e tiene fermo il materasso, sia per quando si alzano i piani per accedere ai vani sia per eventuali sollecitazioni in movimento. Sopra al materasso ho messo il cuscino di casa e ho dormito con un sacco a pelo Ferrino sintetico da sotto-zero, che non mi ha mai fatto avere freddo.

    Le difficoltà fuoristradistiche e la preparazione necessaria
    Considerando che in Islanda è assolutamente vietato il fuoripista (non conosco le multe ma ho visto dei ranger che facevano rastrellare a dei trasgressori i segni lasciati fuori dal tracciato), e che la maggior parte dei tracciati hanno un minimo di cura, direi che l'Islanda è alla portata di qualunque mezzo fuoristrada in buono stato di efficienza, piccolo o grande che sia... meglio se comodo e a passo lungo, e dopo capirete perché.
    Io ho fatto tutto col mio Patrol come descritto sopra, senza rompere nulla e sfiorando appena qualche pietra, ma alcune accortezze ci vogliono.
    Intanto i guadi: ce ne sono molti sparsi per l'isola, sono di punto in bianco in mezzo alle piste fuoristrada e quasi sempre riportano cartelli e paletti per sapere dove passare, ma a volte possono essere alti anche 70 cm e con delle buche, quindi cautela ed è altamente consigliato lo snorkel... utile anche poi per la polvere perché se siete in gruppo spesso se ne alza molta.
    La seconda difficoltà è data dagli scossoni e dalle vibrazioni delle lunghe strade sterrate (a volte da 70 km/h a volte molto più lente), spesso pietrose o di terra battuta con molte buche, che possono far smollare il carico (soprattutto sul tetto) o mettere a dura prova assetti inefficienti o che già hanno usura, tant'è che le uniche rotture avute dal gruppo si riferiscono a gommini dei trapezi, degli ammortizzatori e cose simili.
    Lo sterrato impone, per stare più comodi, di sgonfiare le gomme e rigonfiarle nei trasferimenti su asfalto ed ecco che un buon compressore diventa quasi obbligatorio. Utile anche avere da soffiare per pulire il filtro dell'aria, che io ho cambiato direttamente prima del ritorno a casa una volta finiti gli sterrati.
    Tornando alle gomme, nonostante io le avessi direi che quelle da fango siano pressoché inutili, ma sono comunque consigliate delle buone all-terrain con spalla alta per la molteplicità dei fondi affrontati e perché le piogge improvvise possono creare fango in alcuni tratti.
    Io come ricambi ho portato una cinghia servizi, un filtro aria e un filtro gasolio, in generale credo che altro non serva. Però avevo una cassetta degli attrezzi con chiavi inglesi, chiavi a bussola, cacciaviti, nastro telato e via dicendo, poca roba che mi è stata molto utile (per aiutare gli altri però).
    Ho anche una bomboletta di riparazione pneumatici e una sola ruota di scorta, ma per sicurezza ho portato una camera d'aria da 10 Euro leggera e poco ingombrante. Poi una pentola di alluminio, piatti e posate di plastica, forchettone e cucchiaio di legno e cibo vario e un fornello da campeggio (22 Euro) con bombolette di ricambio.
    L'Islanda ha molte regole sul cibo da portare, per sicurezza leggete qui prima di partire: http://www.viaggiaresicuri.it/paesi/...tml?no_cache=1
    Alla fine della fiera, mi sembra che a pieno carico non pesassimo più di 27 quintali... nel complesso ero il più leggero del gruppo.

    I percorsi 843, 758 e la strada nella zona del Krakur tra 578 e la 35 però fanno eccezione perché sono spesso stretti, con profonde buche e pietre sporgenti in mezzo e ai lati, con fangaie e twist che impediscono ai camion e ai pick-up con grosse cellule a sbalzo di passare e che ai fuoristrada più bassi potrebbero dare qualche problema toccando qua e là. Serve attenzione, da non disdegnare delle protezioni e soprattutto attenzione alle gomme... personalmente non ho mai bucato ma il rischio c'è.

    Essendoci il limite di 10.000 caretteri il resto ve lo scrivo appena qualcuno mi risponderà, dando risposte ad eventuali altre domande.
    Ultima modifica di the_best_driver; 16-08-2016 alle 16:33 Motivo: Mancanza caratteri

  2. #2
    Iscrizione
    Aug 2010
    Fuoristrada
    Nissan Patrol GR 3.0 DI-T
    Città
    Bazzana di Mombaruzzo
    Messaggi
    789

    Predefinito

    Altre cose da portarsi e come dormire
    Superata la preparazione del mezzo che come ho detto è semplice, le vere difficoltà sono date dal clima molto variabile tendenzialmente ventoso e piovoso con temperature tra i 2 e 15 gradi, il che, unito al fondo spesso roccioso, rende difficoltoso montare una tenda a terra. Infatti le soluzioni più usate sono dormire in auto, usare la tenda da tetto (soprattutto Maggiolina) e mezzi vari camperizzati o pick-up con cellula. Personalmente io e il mio amico siamo andati molto bene con la soluzione sopra descritta, pur non avendo Webasto o simili abbiamo dormito bene aprendo qualche centimetro i vari finestrini per il ricambio dell'aria e togliere l'umidità del nostro respiro. Avendo i deflettori sui vetri non temevo la pioggia o il vento, e con una mascherina notturna per gli occhi da 2 € non ci sono serviti gli oscuranti termici (ma i vetri scuri sono comunque gradevoli) in stile camper.
    Anche importante è l'abbigliamento: assolutamente cose impermeabili e anti-vento, e consigliatissimi scarponi da montagna di qualità.
    Visto che il cibo locale nei supermercati fa schifo e non e che in generale i costi sono elevatissimi, è meglio essere più possibile autosufficienti. L'acqua in bottiglia è costosa ma per fortuna in Islanda l'acqua potabile è reperibile ovunque... personalmente provata, non ho mai avuto problemi.
    Dormire nei campeggi costa tra le 1.000 e le 1.600 corone a persona (133 corone=1 Euro), fare una doccia o usare i bagni tra le 200 e le 500, usare la cucina presso i rifugi gestiti (che chiedono anche un pagamento come i campeggi per stare lì e spesso non si può fare altrimenti causa divieti), quando possibile, costa circa 800 corone o più... ma col tempo che c'è fidatevi che non è affatto male perché se non si ha modo di cucinare e mangiare al coperto spesso diventa difficile. Bere una birra costa circa 8 Euro, un caffè 3 Euro e comprare souvenir... beh, lasciamo perdere, tanto come mangiare fuori.
    Il carburante è altamente reperibile e costa 1,35 Euro al litro.
    Anche i bivacchi (quasi sempre in buono stato e forniti) solitamente hanno un prezziario chiaro tutt'altro che basso, e una cassetta in loco dove lasciare il denaro.

    I mezzi più diffusi
    Parlando di fuoristrada, dopo i vari Land Cruiser 120, 150, 200 e Hilux, localmente i mezzi più diffusi sono il Nissan Patrol 3.0 e i van e pick-up americani (spesso con cellula), soprattutto Ford. Spessissimo con grosse gomme (anche se solitamente il resto è di serie). Ma più o meno, ho visto di tutto, compresi Terrano, Pajero vari, Lada Niva, Suzuki (soprattutto Jimny) e ovviamente anche altri modelli di Land Cruiser (80, 100 e 95). Quasi tutti i centri abitati degni di tale nome dispongono di una officina.

    In definitiva
    Nonostante abbia speso molto, la soluzione di andare in nave con la propria auto credo sia la più economica: i voli sono comunque costosi e affittare un fuoristrada o un pick-up con cellula in loco diventa proibitivo (dai 250 Euro a salire al giorno), e allo stesso tempo fare l'Islanda senza fuoristrada credo faccia perdere molto perché tante strade sono consentite solo per 4x4. Ci sono anche ciclisti, motociclisti ed escursionisti, ma sinceramente a meno che non abbiate davvero il pelo sullo stomaco ve lo sconsiglio perché col clima che c'è e coi guadi diventa veramente impegnativo.
    La moneta locale non vi servirà, se non per qualche moneta da usare per le lavanderie automatiche, alcune docce a gettoni, le mance (se riterrete opportuno) e poco altro.
    Resto disponibile per altre domande o eventuali dimenticanze.

  3. #3
    Iscrizione
    Oct 2011
    Fuoristrada
    Hdj 80
    Città
    Acri
    Messaggi
    135

    Predefinito

    Bel resoconto chiaro, semplice e soprattutto fa venir voglia di andare in Islanda (non che prima mancasse).
    Complimenti TBD

  4. #4
    Iscrizione
    Nov 2009
    Fuoristrada
    WJ 4.7 V8 HO m.y. 2002
    Città
    Milano
    Messaggi
    7,333

    Predefinito

    Complimenti the_best_driver!
    un viaggio sicuramente fantastico, lo hanno fatto quest'anno anche un paio di miei amici (Jeep JK Rubicon e un Pajero di cui però non conosco il modello), e molto probabilmente li avete anche incontrati, e le foto che hanno postato su FB sono spettacolari.

    Peccato che il costo non sia esattamente alla portata di tutti... Sig..., altrimenti piacerebbe anche a me (noi poi faremmo pure il viaggio con il nostro amico a 4 zampe, e mi chiedo se si possa fare ).

    Ancora complimenti!

  5. #5
    Iscrizione
    Aug 2010
    Fuoristrada
    Nissan Patrol GR 3.0 DI-T
    Città
    Bazzana di Mombaruzzo
    Messaggi
    789

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da mak_v8 Visualizza Messaggio
    Complimenti the_best_driver!
    un viaggio sicuramente fantastico, lo hanno fatto quest'anno anche un paio di miei amici (Jeep JK Rubicon e un Pajero di cui però non conosco il modello), e molto probabilmente li avete anche incontrati, e le foto che hanno postato su FB sono spettacolari.

    Peccato che il costo non sia esattamente alla portata di tutti... Sig..., altrimenti piacerebbe anche a me (noi poi faremmo pure il viaggio con il nostro amico a 4 zampe, e mi chiedo se si possa fare ).

    Ancora complimenti!
    Ho fotografato praticamente tutti i veicoli che ho incontrato, controllerò tra le foto.
    Comunque ad esclusione della preparazione personale e della macchina, che come ripeto, è scarsa, è un viaggio per cui ho speso circa 3.000 Euro... Non sono pochi e probabilmente non potrò permettermelo nuovamente per molti anni, ma insomma penso che non sia impossibile.

  6. #6
    Iscrizione
    Nov 2009
    Fuoristrada
    WJ 4.7 V8 HO m.y. 2002
    Città
    Milano
    Messaggi
    7,333

    Predefinito

    3000 euro a testa o 3000 tutti e due?

    peró se fai i conti di tutto, cioè con mangiare, carburante, spese di alloggio varie, ecc, penso che i 3000 li superi; immagina poi di farlo con il mio 4.7 V8 a benzina... Hahahahahahaha

    Se posso chiedere, tutto compreso, quanto avete speso circa?

  7. #7
    Iscrizione
    Dec 2009
    Fuoristrada
    patrol tr 2.8 safari
    Città
    Vicenza
    Messaggi
    4,650

    Predefinito

    Hei raga, date notizie interessanti!!!

    Queste notizie interessano molto alla mia Donna che pensa di fare l'Islanda con la panda2wd a nolo

    Le vostre notizie le faranno cambiare idea!!

    Continuate!! Danke!!

  8. #8
    Iscrizione
    Dec 2011
    Fuoristrada
    SSANGYONG RODIUS,TERRACAN
    Città
    Trieste- Plemet/Bretagne
    Messaggi
    1,559

    Predefinito

    No Panda.
    Lada Niva.
    Due possibilità:
    Maggiolina sul tetto:3200€
    Roulotte Polacca in resina anni '70(mt 2,75 tre posti con bagno).4100€

    Il dado è tratto, dovrai accontentarla....
    Ciao!!!

  9. #9
    Iscrizione
    Dec 2009
    Fuoristrada
    patrol tr 2.8 safari
    Città
    Vicenza
    Messaggi
    4,650

    Predefinito

    HEHEHE..............Bertus! Son temisto,l se riesco.. all'impresa, sarà megagalattica- TI PARE!?

    Haloa................ ma niente niente sei tu la terza coppia??

  10. #10
    Iscrizione
    Nov 2009
    Fuoristrada
    WJ 4.7 V8 HO m.y. 2002
    Città
    Milano
    Messaggi
    7,333

    Predefinito

    Maaaa..., The_best_driver che fine ha fatto?

Pagina 1 di 3 123 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. ISLANDA 4X4 - 2-18 AGOSTO 2016 - moonland !
    Di dimensione_avve nel forum Proposte, partenze ed informazioni di viaggio
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 05-02-2016, 11:55
  2. Viaggi 4x4 - MAGICA ISLANDA 2016 - agosto 2016
    Di desartica nel forum Proposte, partenze ed informazioni di viaggio
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 06-10-2015, 17:27
  3. 1° esperienza 4X4
    Di ITApiu39 nel forum 4x4
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 01-11-2014, 14:35

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •