AFRICA OCCIDENTALE e CENTRALE:
CAMEROUN-TCHAD-GABON
Il viaggio è aperto a partecipanti sui nostri mezzi (Toyota Land Cruiser) ed equipaggi con auto privata 4x4
A Febbraio 2015 abbiamo terminato con successo in Namibia la nostra prima Transafrica dal lato Ovest dell’africa percorrendo integralmente in territorio africano, con partenza dal Marocco, 12 Paesi.

Durante la Transafrica abbiamo anche effettuato 4 viaggi spedizione in Tchad percorrendo l’Ennedi, il Tibesti, Il Borkou la zona dei Laghi Ouinanga Kebir e Serir fino al remoto sito rupestre di Niola Doa.
Ora forti di questa esperienza e consolidato i nostri rapporti con le guide e corrispondenti ciadiani proponiamo una serie di viaggi che dal Cameroun ci porteranno in Tchad dove abbiamo previsto 3 viaggi per scoprire il suo magnifico deserto.
Non solo: nel terzo viaggio visiteremo il poco conosciuto ma interessantissimo Il Parco di Zakouma in una spettacolare immersione naturalistica: elefanti, bufali, leoni e perfino i leopardi poi non mancheremo di vedere la bella costa atlantica a Kribi in Cameroun e l’incontro con i Pigmei nella foresta equatoriale del Gabon.
A Libreville possibilità di rientro in Italia per le auto o di proseguimento per Repubblica del Congo, Repubblica Democratica del Congo ,Angola e Namibia.
Tra una tappa e l’altra i veicoli saranno costuditi a Ndjamena in un parcheggio privato provvisto di tettoia con guardiano h24.
Il primo viaggio:
Ottobre 2015 Partenza da Douala il 3 Ottobre (per chi porta l’auto in container) da Ndjamena dopo 1 settimana il 10 Ottobre (passeggeri sui nostri mezzi).
Rientro in Italia il 24 Ottobre(arrivo il 25).
Partenza da Douala dove sdoganeremo le nostre auto partite dall’italia in Container , percorremo poi strade e piste che ci portano in Tchad dove a Ndjamena ,la capitale, ci congiungiamo con i passeggeri in arrivo dall’italia.
Si inizia poi un viaggio-spedizione alla scoperta del Sahara più selvaggio: l’Ennedi, regione che comprende tutta la parte nord-orientale del sahara ciadiano oltre a denominare il famoso massiccio montuoso. Caratteristica peculiare di questo sistema di montagne arenacee che si estende per circa 60.000 kmq , sono le sue bizzarre e imponenti formazioni tassiliane che si sviluppano senza soluzione di continuità per centinaia di km dando vita ad un dedalo di canyon, gole e stretti passaggi, che spesso nascondono fresche e limpide guelte.
Nella parte meridionale del massiccio raggiungeremo le gole di Archeï: un verdissimo oued si snoda tra torri di arenaria dalle forme bizzarre fino ad addentrarsi nella stretta gola che custodisce la splendida guelta, importantissimo punto d'acqua, in cui sopravvivono alcuni esemplari di coccodrillo nilotico. Siamo in uno dei luoghi piú affascinanti di tutto il Sahara, ricco di flora e di fauna e intensamente frequentato dai nomadi. Nelle grotte di Archeï e in altri ripari poco lontani, si possono ammirare importanti e originali esempi di archeologia rupestre costituenti una particolare "eccezione stilistica" nel complesso mosaico dell'intera preistoria sahariana.
Capoluogo della regione è Fada, caratteristica oasi desertica, costituita da case in banco riunite intorno al forte coloniale francese e al vivace mercato. E poi più a Nord la regione di Ounianga con i suoi laghi che, come per magia affiorano inaspettati tra le dune. Palmeti, falesie di arenaria multicolore, dune gialle e arancioni a picco sull’acqua e gli accampamenti Ounias, fanno da sfondo ad uno dei luoghi più spettacolari e inaspettati del Sahara.
Il secondo viaggio:
Febbraio 2016 Dal 6 al 27 (arrivo in Italia) Partenza da Ndjamena
Il Tibesti: i suoi impressionanti imponenti picchi vulcanici sono stati lo scenario di un viaggio da pionieri in una regione selvaggia. Ora dopo quasi 15 anni di attesa, questa regione mitica, scrigno prezioso e segreto dell’intero Sahara è nuovamente aperta e percorribile ed esercita su di noi un’irresistibile attrazione. E’ un viaggio per veri appassionati di deserti in un contesto imponente ed affascinante la cui bellezza e particolarità lascia spazio ad un’intensa e profonda emozione. Una realtà separata e unica di cui guglie basaltiche, tassili di arenaria, caldere vulcaniche, montagne imponenti, l’incontro con i Tubu Teda custodi delle più antiche tradizioni, sono solo alcuni degli ingredienti che compongono un “must” per i viaggiatori sahariani
Il terzo viaggio:
Ottobre 2016 Partenza da Ndjamena
Un viaggio di interesse della realtà ciadiana: la vita animale, quest'ultima troppo a lungo ignorata, in un percorso che valorizza differenti attrazioni. Il Parco di Zakouma, ha realizzato una ricostituzione spettacolare della fauna selvaggia, un parco davvero "non addomesticato". Dallo spartano ma accogliente Tinga Lodge, perfettamente immerso nella natura, due giorni di immersione naturalistica: elefanti, bufali, leoni e perfino i leopardi rendono elettrizzanti le nostre uscite .
Rotta poi verso sud ovest in direzione del Cameroun :il viaggio è ricco di etnie tra cui i fieri e bellissimi pastori Fulani (Peul ,Bororo) ,nomadi arabi e un cambiamento progressivo della vegetazione ci porta dal deserto alla fascia saheliana e poi forestale .
Sosteremo a Kribi e nella vicina Riserva de Campo per poi entrare in Gabon con la sua fittissima foresta equatoriale e l’incontro con i Pigmei .
A Libreville possibilità di rientro delle auto con container su Genova o di proseguire per Repubblica del Congo, Repubblica Democratica del Congo ,Angola e Namibia sulle tracce del nostro ultimo viaggio di Febbraio 2015



Contattaci per qualsiasi informazione
Maggiori info sui programmi qui www.cap180.it


Enrico Manfredini tel 3486032039 e. mail enricomanfredini@iol.it