Iscriviti alla newsletter di Fuoristrada.it:  


Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 14

Discussione: l'hanno gia' venduta!!!!

  1. #1
    Iscrizione
    Apr 2013
    Fuoristrada
    ex niva1700mpi ora 16 4x4
    Città
    pinerolo
    Messaggi
    305

    Thumbs up l'hanno gia' venduta!!!!

    ciao raga, oggi son sceso a Torino per ritirare il foglio complementare e il bollino da attaccare al libretto della "16" comprata l'altra settimana, e sorpresa! la mia nivetta santa, era gia' stata comprata da un commerciante e dovrebbe a giorni vedersi su un noto piazzale a Torino. speriamo vada a finire in buone mani. cmq son contento che sia stata apprezzata, alla faccia dei tanti coglioni che la denigravano. la 16 chiaramente è un salotto con fin troppe comodita' alle quali pero' ci si abitua in fretta!! (135cv) pero' devo ancora capire come fare in caso di neve a scendere a casa mia senza andare a finire nella scarpata. SPIEGO: il famoso LOOK in discesa non serve ad una mazza, anzi!!!! alla fine ho visto (salvo scoperte dei prossimi giorni) che se scendo la stradina di m.. (quella che mi obbliga ad avere un mezzo a trazione) in prima (in questo caso ricordo che avendo 6 marce, la prima è effettivamente cortissima) dicevo in prima vado piano come quando mettevo le ridotte, pero' ad un certo punto devo accellerare leggermente perché c'è un brevissimo falsopiano e la discesa ripida con curva a gomito sottostante con affaccio su scarpata, a quel punto, non mi riesce piu' di farla a passo lento come la precedente. un macello! figuriamoci con la neve e il ghiaccio. spero in questi giorni di riuscire a meglio capire come c.. si guida. si e vero che c'è un'opzione dove la centralina dice lei come ripartire la presa sulle ruOte e gli assali, ma questo vale mentre percorri una strada in mezzo ai boschi, ma su un tratto brevissimo e cazzuto, secondo me non serve a una mazza. staremo a vedere, altrimenti a fine estate la cambio con fuoristrada alla vecchia maniera. spero di imparare ad usarla x le mie necessita' perché è veramente bella comoda e piace anche ai miei 2 cani. ciao vostro (x ora ex nivista) MAX

  2. Predefinito

    Aiutati accendendo il climatizzatore,il climatizzatore acceso dovrebbe rallentare i giri motore scendendo senza dare gas, al limite con ghiaccio o neve usa calze o catene senza rischiare......in discesa anche la niva ha un limite ,io monto le chiodate per giorni con neve e ghiaccio ...proprio per la sicurezza in discesa, il look della 16 dovrebbe essere come quello della panda penultima serie, agisce sulle pinze freni comandate dalla centralina idraulica dell'abs frenando le ruote a mò di bloccaggio ......serve solo in salita e a far durare meno le pastiglie freno, le calze tengono bene su ghiaccio e neve , si mettono e tolgono in fretta tassativo finito il tratto nevoso o ghiacciato, le catene sono una grana montate e smontate al freddo , le gomme chiodate ti permettono di camminare moderatamente su tratti non veloci e corti .

  3. #3
    Iscrizione
    Apr 2013
    Fuoristrada
    ex niva1700mpi ora 16 4x4
    Città
    pinerolo
    Messaggi
    305

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da nivassa Visualizza Messaggio
    Aiutati accendendo il climatizzatore,il climatizzatore acceso dovrebbe rallentare i giri motore scendendo senza dare gas, al limite con ghiaccio o neve usa calze o catene senza rischiare......in discesa anche la niva ha un limite ,io monto le chiodate per giorni con neve e ghiaccio ...proprio per la sicurezza in discesa, il look della 16 dovrebbe essere come quello della panda penultima serie, agisce sulle pinze freni comandate dalla centralina idraulica dell'abs frenando le ruote a mò di bloccaggio ......serve solo in salita e a far durare meno le pastiglie freno, le calze tengono bene su ghiaccio e neve , si mettono e tolgono in fretta tassativo finito il tratto nevoso o ghiacciato, le catene sono una grana montate e smontate al freddo , le gomme chiodate ti permettono di camminare moderatamente su tratti non veloci e corti .
    cmq amico mio, con la niva e le mie solite m+s (quindi generiche se rapportate alle specifiche antineve) son sempre salito e sceso senza patemi d'animo. Sara' che ancora non ci ho fatto il piede a questa o che è talmente bella che incute timore ma non son ancora schietto come prima.C'è da dire che l'ho ritirata con gomme michelin da strada oltretutto su cerchi da 16" quindi ho gia' preso accordi con il gommista x 4 cerchi usati da 15 con relative m+s da 195-65-r15 contro le attuali 205-60-r16 che montero' ormai a fine estate. mi girano solo le scatole di non poter provare come si comporterebbe a gripp con queste nuove coperture. Spiegami un po' tu che sei piu' esperto, perché nei primi 500 metri sull'altro post descritti, scendendo col primino corto senza frenare senza accellerare, vengo giu' piano come voglio io, appena son costretto ad accellerare un filo x superare il falsopiano, e affacciandomi alla discesa seguente, mi incasino trovandomi ( pur fermando un attimo la vettura) ad avere come dei cuscinetti a sfera al posto delle ruote e quindi non riuscendo piu' ad avere quel ritmo di discesa lento e controllato come nei 500 metri precedenti. spero di essere stato chiaro. ciao Max (preoccupato!)

  4. Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da chiarariki Visualizza Messaggio
    cmq amico mio, con la niva e le mie solite m+s (quindi generiche se rapportate alle specifiche antineve) son sempre salito e sceso senza patemi d'animo. Sara' che ancora non ci ho fatto il piede a questa o che è talmente bella che incute timore ma non son ancora schietto come prima.C'è da dire che l'ho ritirata con gomme michelin da strada oltretutto su cerchi da 16" quindi ho gia' preso accordi con il gommista x 4 cerchi usati da 15 con relative m+s da 195-65-r15 contro le attuali 205-60-r16 che montero' ormai a fine estate. mi girano solo le scatole di non poter provare come si comporterebbe a gripp con queste nuove coperture. Spiegami un po' tu che sei piu' esperto, perché nei primi 500 metri sull'altro post descritti, scendendo col primino corto senza frenare senza accellerare, vengo giu' piano come voglio io, appena son costretto ad accellerare un filo x superare il falsopiano, e affacciandomi alla discesa seguente, mi incasino trovandomi ( pur fermando un attimo la vettura) ad avere come dei cuscinetti a sfera al posto delle ruote e quindi non riuscendo piu' ad avere quel ritmo di discesa lento e controllato come nei 500 metri precedenti. spero di essere stato chiaro. ciao Max (preoccupato!)
    Il motore diesel lavora con un rapporto di compressione quasi al doppio di quello della benzina ,in questo caso il vantaggio è la coppia a basso regime che permette anche senza accellerare con i soli regimi del minimo all'auto di avanzare anche in salite non imopegnative senza dare gas , non a caso i diesel si comportano meglio nelle partenza su strade innevate anche con sola trazione anteriore e gomme non estreme,dove invece la stessa auto con motore a benzina pecca......il rovescio della medaglia sono le discese dove il motore diesel ha meno freno motore e prende giri facilmente anche senza dare gas se la discesa è lunga, nel tuo caso forse .....se parti con auto fredda devi tener conto che il motore sale di giri per riscaldarsi e questo aiuta a far camminare la macchina di più anche se al minimo senza dare gas, va bene che poi ci si mette anche il sistema cut-off che in discesa a gas rilasciato dovrebbe tagliare l'alimentazione di carburante per ridurre i consumi e salvaguardare il catalizzatore ( sistema presente nei diesel e benzina ), può anche che se parti con la macchina a motore non a regime termico e subito trovi una discesa il cut-off non entri in funzione per permettere al motore di riscaldarsi ...e di conseguenza il motore rimanga accellerato da spingere la macchia ad una velocità deleteria per fondi scivolosi.

    La situazione che ti ho descritto la conosco bene perche quando esco dal garage trovo la strada in discesa e la macchina con regime del minimo alto a causa dell'aria automatica rende critica la discesa ,anche perchè devo farla in retromarcia e se rilascio la frizione con la retro inserita la velocità e troppa col rischio di sbattere ( con fondo nevoso o ghiacciato), devo aspettare che scenda il minimo ,inserire le ridotte e la retro senza toccare i freni con le ruote in trazione, se provo in folle è peggio perchè devo toccare i freni e sbando, l'alternativa sicura sono le ruote chiodate ...con queste mai paura ,ma faccio tragitti brevi anche nel normale utilizzo, (p.s. sia con la niva che con il jimny), il tragitto che percorro in retromarcia è di soli 10 metri ma ti garantisco che con neve- ghiaccio e due colonne di cemento armato ai lati è da brivido,non ci vogliono lunghi viaggi per far danni o farsi male.
    Ultima modifica di nivassa; 14-02-2015 alle 13:17

  5. #5
    Iscrizione
    Apr 2013
    Fuoristrada
    ex niva1700mpi ora 16 4x4
    Città
    pinerolo
    Messaggi
    305

    Angry

    Citazione Originariamente Scritto da nivassa Visualizza Messaggio
    Il motore diesel lavora con un rapporto di compressione quasi al doppio di quello della benzina ,in questo caso il vantaggio è la coppia a basso regime che permette anche senza accellerare con i soli regimi del minimo all'auto di avanzare anche in salite non imopegnative senza dare gas , non a caso i diesel si comportano meglio nelle partenza su strade innevate anche con sola trazione anteriore e gomme non estreme,dove invece la stessa auto con motore a benzina pecca......il rovescio della medaglia sono le discese dove il motore diesel ha meno freno motore e prende giri facilmente anche senza dare gas se la discesa è lunga, nel tuo caso forse .....se parti con auto fredda devi tener conto che il motore sale di giri per riscaldarsi e questo aiuta a far camminare la macchina di più anche se al minimo senza dare gas, va bene che poi ci si mette anche il sistema cut-off che in discesa a gas rilasciato dovrebbe tagliare l'alimentazione di carburante per ridurre i consumi e salvaguardare il catalizzatore ( sistema presente nei diesel e benzina ), può anche che se parti con la macchina a motore non a regime termico e subito trovi una discesa il cut-off non entri in funzione per permettere al motore di riscaldarsi ...e di conseguenza il motore rimanga accellerato da spingere la macchia ad una velocità deleteria per fondi scivolosi.

    La situazione che ti ho descritto la conosco bene perche quando esco dal garage trovo la strada in discesa e la macchina con regime del minimo alto a causa dell'aria automatica rende critica la discesa ,anche perchè devo farla in retromarcia e se rilascio la frizione con la retro inserita la velocità e troppa col rischio di sbattere ( con fondo nevoso o ghiacciato), devo aspettare che scenda il minimo ,inserire le ridotte e la retro senza toccare i freni con le ruote in trazione, se provo in folle è peggio perchè devo toccare i freni e sbando, l'alternativa sicura sono le ruote chiodate ...con queste mai paura ,ma faccio tragitti brevi anche nel normale utilizzo, (p.s. sia con la niva che con il jimny), il tragitto che percorro in retromarcia è di soli 10 metri ma ti garantisco che con neve- ghiaccio e due colonne di cemento armato ai lati è da brivido,non ci vogliono lunghi viaggi per far danni o farsi male.
    Oggi ho fatto un po' di esperimenti e sembrerebbe migliorata la situazione generale. Premetto che ARRIVANDO a casa (e quindi il problema delle 2 discese,) il motore è ovviamente gia' caldo, confermo che bisogna scendere con il primino che effettivamente ti porta giu' a passo d'uomo come quando mettevo le ridotte della nivetta. resta il secondo tratto ,quello della discesa ripida corta e con la curva secca a dex al fondo, che come mi spieghi tu, il diesel tendenzialmente con meno freno motore ,tende anche a prendere qualche giro in piu' che è quello che mi frega. continuo con le prove ma certo che son molto preoccupato.Spero tanto che le gomme + strette e da neve o s+m mi aiutino a livello di grip al fine di compensare questi inconvenienti. hai qualche accorgimento da suggerirmi x affrontare tecnicamente questo schifoso pezzetto di strada che mi fa uscire dai gangheri? se vuoi ti mando foto in privato xche' non son ancora riuscito a capire bene come fare a mandarle qui. ciao Max

  6. Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da chiarariki Visualizza Messaggio
    Oggi ho fatto un po' di esperimenti e sembrerebbe migliorata la situazione generale. Premetto che ARRIVANDO a casa (e quindi il problema delle 2 discese,) il motore è ovviamente gia' caldo, confermo che bisogna scendere con il primino che effettivamente ti porta giu' a passo d'uomo come quando mettevo le ridotte della nivetta. resta il secondo tratto ,quello della discesa ripida corta e con la curva secca a dex al fondo, che come mi spieghi tu, il diesel tendenzialmente con meno freno motore ,tende anche a prendere qualche giro in piu' che è quello che mi frega. continuo con le prove ma certo che son molto preoccupato.Spero tanto che le gomme + strette e da neve o s+m mi aiutino a livello di grip al fine di compensare questi inconvenienti. hai qualche accorgimento da suggerirmi x affrontare tecnicamente questo schifoso pezzetto di strada che mi fa uscire dai gangheri? se vuoi ti mando foto in privato xche' non son ancora riuscito a capire bene come fare a mandarle qui. ciao Max
    Le foto manco io sono capace di metterle,se vuoi risolvere ti restano le ruote chiodate.....nella mia zona conosco le vettute che vedo circolare e alcuni sono ritornati alle chiodate , in famiglia sono cinquata anni che le usiamo , rompe il leva e monta ma è la soluzione più sicura, una volta in montagna trovai un tratto ghiacciato con la moto ed era in discesa,spensi la moto con marcia inserita e in marcia,l'assenza di scintilla e quindi di scoppio riduceva parecchio la spinta del motore e riuscii a scendere senza cappottarmi....ma nel tuo caso non te lo sognare neanche.......chiodate, catene o calze .

  7. Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da nivassa Visualizza Messaggio
    Le foto manco io sono capace di metterle,se vuoi risolvere ti restano le ruote chiodate.....nella mia zona conosco le vettute che vedo circolare e alcuni sono ritornati alle chiodate , in famiglia sono cinquata anni che le usiamo , rompe il leva e monta ma è la soluzione più sicura, una volta in montagna trovai un tratto ghiacciato con la moto ed era in discesa,spensi la moto con marcia inserita e in marcia,l'assenza di scintilla e quindi di scoppio riduceva parecchio la spinta del motore e riuscii a scendere senza cappottarmi....ma nel tuo caso non te lo sognare neanche.......chiodate, catene o calze .
    Ti confermo che il sistema cut-off quando il motore è freddo non è inserito,ovvero resta accellerato fino a 1300-1400 giri anche in discesa,stamani ho guidato la fiat 16 a benzina di mia zia , spinge anche in discesa, lo stesso penso della diesel,ti conviene aspettare che il motore si scaldi e il minimo scenda così il cut-off taglia l'alimentazione e poi affrontare la discesa.

  8. Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da nivassa Visualizza Messaggio
    Ti confermo che il sistema cut-off quando il motore è freddo non è inserito,ovvero resta accellerato fino a 1300-1400 giri anche in discesa,stamani ho guidato la fiat 16 a benzina di mia zia , spinge anche in discesa, lo stesso penso della diesel,ti conviene aspettare che il motore si scaldi e il minimo scenda così il cut-off taglia l'alimentazione e poi affrontare la discesa.

    Scusate te se mi intrometto in questa chiacchierata sui motori moderni ... Mi sembra di aver capito che quando si smazza sta discesa il motore sia già ben caldo visto che se la fa al ritorno a casa quindi tornando da un giro, il mio consiglio è quello per quanto possibile di fermarti completamente prima di affrontare il secondo tratto di discesa e se proprio non va così, chiodate come ti hanno già suggerito....altrimenti vendi la 16 e comprati una niva.

  9. #9
    Iscrizione
    Apr 2013
    Fuoristrada
    ex niva1700mpi ora 16 4x4
    Città
    pinerolo
    Messaggi
    305

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da mockba993 Visualizza Messaggio
    Scusate te se mi intrometto in questa chiacchierata sui motori moderni ... Mi sembra di aver capito che quando si smazza sta discesa il motore sia già ben caldo visto che se la fa al ritorno a casa quindi tornando da un giro, il mio consiglio è quello per quanto possibile di fermarti completamente prima di affrontare il secondo tratto di discesa e se proprio non va così, chiodate come ti hanno già suggerito....altrimenti vendi la 16 e comprati una niva.
    Bravo, hai capito che il problema si presenta al ritorno a motore caldo quindi si tratta di capire (ricordo che son pochissimi giorni che l'ho ritirata e quindi devo adattarmi alle minori prestazioni della niva che ho dato dentro). secondo me c'è una soluzione tecnica, perché allora non si spiegherebbe come mai adesso riesco a fare la prima discesa lunga con il primino e ho la vettura completamente sotto tiro come quando scendevo con le ridotte e quindi perfettamente sotto controllo ed aderente al suolo.. il problema si verifica solo alla seconda discesa che è corta e ripida pur partendo da fermo e ricordo a caldo. secondo me si tratta (a parte fare piu' prove) di sfruttare qualche accorgimento tecnico di guida che uno scafato trialista potrebbe forse consigliare, x abbreviare l'esperimento. cmq grazie a tutti per l'interessamento e consigliatemi pure che non mi offendo. Ciao MAX

  10. Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da chiarariki Visualizza Messaggio
    Bravo, hai capito che il problema si presenta al ritorno a motore caldo quindi si tratta di capire (ricordo che son pochissimi giorni che l'ho ritirata e quindi devo adattarmi alle minori prestazioni della niva che ho dato dentro). secondo me c'è una soluzione tecnica, perché allora non si spiegherebbe come mai adesso riesco a fare la prima discesa lunga con il primino e ho la vettura completamente sotto tiro come quando scendevo con le ridotte e quindi perfettamente sotto controllo ed aderente al suolo.. il problema si verifica solo alla seconda discesa che è corta e ripida pur partendo da fermo e ricordo a caldo. secondo me si tratta (a parte fare piu' prove) di sfruttare qualche accorgimento tecnico di guida che uno scafato trialista potrebbe forse consigliare, x abbreviare l'esperimento. cmq grazie a tutti per l'interessamento e consigliatemi pure che non mi offendo. Ciao MAX
    mi piacerebbe provare!
    a parte questo la butto lì....più prove come hai detto te e "ogni discesa fa storia a se" quindi non è uguale alla prima,valuta,frena,ascolta l'auto....e meno "pippe" (passami l'espressione...scusa),stai guidando un altra auto.
    ciao

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •