X WILD MAROCCO
VIAGGI FUORISTRADA 4X4

PERIODO:

Dal 25 aprile al 15 maggio 2015

In un susseguirsi di scenari da mille e una notte, in una spedizione nel Paese del grande Impero.

Il fascino delle sue Città Imperiali, le maestose Montagne dell'Atlas con i suoi paesaggi alpini, le magiche distese di sinuose dune, le immense vallate ricche di Ksar fortificati e migliaia di minuscoli villaggi ci riporteranno indietro nel tempo.

E' uno dei viaggi più intensi che si possono affrontare per i diversi aspetti sociali e culturali che stupirà per l'imprevedibilità ricompensando con la bellezza, del paese, della cultura e degli incontri stupefacenti grazie ad un popolo misto arabi-berberi-africa nera. Etnie che coesistono senza problemi.

Senza tralasciare la gustosa cucina tipica con l'onnipresente “Tajine” (stufato di manzo o agnello o verdure).

E i numerosi stili architettonici portati dagli stranieri che esprimono dalle decorazioni rudimentali a quelle più curate e lussuose di mattonelle colorate.

Il Marocco è sicuramente una festa dei sensi tra profumi, tradizioni e natura. La sua magia ha i colori accesi delle maestose montagne dell'Atlante con i suoi paesaggi alpini, lo splendore delle spiagge finissime e delle antiche città, il calore delle feste e dei mercati.

Snobbato troppo spesso e immotivatamente dagli incalliti macinatori di dune è considerato invece dai Viaggiatori uno dei paesi più affascinanti del Nord Africa per la varietà dei paesaggi che lo caratterizza e che è impossibile da trovare altrove, in una unica destinazione.

I PRINCIPALI “NUMERI” DEL VIAGGIO:

DURATA: 21 giorni – 20 notti

ca 5.000 km in Marocco

AUTONOMIA: 1.000 km asfalto

TIPOLOGIA DI DIFFICOLTÀ: media




Sarà comunque una spedizione con tanto fuoristrada vario: piste sabbiose, dune, piste dure, hammada… Sempre e comunque in panorami mozzafiato.

Il viaggio dall’Italia comincerà, per chi lo vorrà, fin da Genova, per prendere assieme il traghetto per Tangeri.

I partecipanti potranno comunque scegliere di raggiungere il Marocco con varie modalità. Traghetto da Genova diretto su Tangeri, oppure tutto via terra, oppure Livorno/Barcellona via nave e da qui proseguire via terra. Questo per consentire a coloro che volessero farsi un qualche giorno di mare sulle coste spagnole di avere la massima ottimizzazione.

Una volta in Marocco, abbiamo scelto di attraversare le montagne del Rif per puntare diretti verso le piste del sud, lontano dalle rotte dei pullman turistici dove ci aspettano interminabili reg di roccia nera, alte dune, grandi spianate di hammada e antiche piste carovaniere ai confini con l'Algeria.

Piste interne, panorami incredibili, la magia della sabbia…

Molte delle strutture scelte come Camping sono dotate di bungalow e/o sono adiacenti a Hotel di vario genere. Ciascun equipaggio, qualora non avesse voglia di campeggiare, potrà avvalersi delle stesse pagando in loco il costo delle medesime. L’Organizzazione potrà essere disponibile a prenotare le stesse laddove possibile.

Viste le caratteristiche del viaggio, l’Organizzazione si riserva la possibilità di apportare modifiche all’itinerario, senza modificare la natura del viaggio.


IL PROGRAMMA

25 - 26 - 27 aprile: Partenza da Genova il giorno 25 aprile – Arrivo a Tangeri il giorno 27 aprile – Dopo lo sbarco e passaggio dogana, ci dirigeremo verso le montagne del Rif e pernotteremo nella magica Chefchaouen. Camping.

28 aprile: Si parte la mattina dopo avere visitato le viuzze incantate del centro e si percorre la tortuosa strada asfaltata sulle montagne del Medio Atlante. La voglia di sabbia è troppa e puntiamo decisi verso sud. Ci congiungeremo oggi con gli eventuali passeggeri che volessero arrivare in aereo a FES. La traversata di Ifrane ci farà però pensare di essere arrivati in Svizzera. Camping.

29 aprile: Ci dirigiamo ancora decisi verso sud, sulle tortuose strade del Medio Atlante, in uno straordinario paesaggio montano di laghi e cascate. Le montagne sono la dimora della tribù berbera “beni mguild”, che vanta alcuni tra i migliori tessitori nomadi del Marocco. Passeremo nelle Gole dello Ziz, e il paesaggio comincerà ad esserci familiare: palmeti e dromedari ci segnalano che stiamo arrivando a Erfoud, il viaggio è spettacolare, con la strada che scende dall'altopiano alla valle con le sue pareti a picco e serpeggia tra i pochi villaggi e finalmente raggiungeremo le prime dune del Sahara presso Merzouga. Campo tra le dune.

30 aprile: Mattinata dedicata a sabbia e dune! L'Erg Chebbi, dette anche di Merzouga dal nome del villaggio e avamposto militare sul confine meridionale. Queste dune sono le più alte del Marocco. Dalla loro cima, nelle giornate limpide, si riescono a vedere le vette del Gebel M'Goun a oltre 150 km di distanza assaporeremo la magia dei grandi Erg libici e ci toglieremo la voglia di sabbia sempre latente dentro di noi. Questo erg non è ampio, anzi, ma la difficoltà delle dune che ci andremo a cercare ce lo renderà immenso! Campo.

1 maggio: Percorrendo piste rese famose dalla “Dakar” punteremo quindi Zagora e da qui risaliremo verso Nekob. Da qui una bella sconosciuta pista attraverso genuini villaggi di montagna ci porterà dall’altro versante Bab n’Ali (la porta di Alì), dove magici pinnacoli derivanti da antichi vulcani erosi dalle intemperie faranno da contrasto con i nostri sogni. Proseguiremo quindi per Tinherir con le sue magnifiche composte da giardini, campicelli, palme da dattero e fichi; rinomata per i laboratori orafi, gli edifici fortificati e un palazzo in rovina, attraversando il Jebel Sarhro, massiccio vulcanico che, dalle sue alte cime, continuerà a farci sognare rimirando rocce laviche modellate a canne d’organo. Camping.

2 maggio: Su asfalto ripartiamo da Tinherir e percorreremo le Gole del Todra e del Dadés, collegate tra loro a nord da una pista che scorre per chilometri nel letto di un fiume, tra rocce rosse modellatesi nei millenni in morbide forme. Camping.

3 maggio: Ripartiremo verso Ouarzazate e visiteremo una delle più belle e meglio conservate Kasbah di tutto il Marocco. Arriveremo quindi in serata nei pressi di Zagora; attraverso valli e villaggi fermi nel tempo, lungo la Strada delle 1000 kasbah, così denominata per i numerosi castelli di terra rossa che sbucano tra le palme. Camping.!

4 - 5 maggio: Ci ricongiungiamo sulle piste del sud, percorse negli anni anche dalla Dakar e punteremo Mhamid e Foum Zguid, passando dall’elegante Erg Chegaga, con le sinuose dune che ci ricordano i deserti del sud-est libico. Campi.

6 - 7 maggio: La nostra meta: la fantastica Plage Blanche, una distesa di spiagge e dune bianche, in direzione nord una distesa di 40km di dune di sabbia che si affacciano su un tratto di costa selvaggio, che raggiungeremo da un lato insolito, percorrendo gli ultimi chilometri nel letto di un fiume. Campi sulla spiaggia.

8 maggio: Arriveremo quindi a Essaouira, La città sorge ai piedi di basse colline mediterranee, suddivisa in piccoli campi sassosi punteggiati da ulivi e spinose piante di argan. Le case hanno colori vivaci, blu e bianco, abbellite da dai cestini di fiori appesi. Le mura fortificate della città, incastonate in rocce frastagliate che erompono da una baia sabbiosa, evocano un'atmosfera di fascino e leggenda città del vento e della musica gnawa, una musica rituale, di origini sub-sahariane, portata dagli schiavi che si fermavano qui prima di essere imbarcati e venduti sui mercati americano ed europeo. Camping.

9 maggio: Marrakech. Oggi scopriremo il fascino di questa impressionante Città “Imperiale” e dei suoi monumenti. La città ha un carattere tanto africano quanto arabo, che riflette il suo ruolo di crocevia per le carovane di viaggio lungo vie commerciali del Sahara. Città esotica visto che è punto di incontro di diverse culture e diversi paesi. In mattinata i monumenti storici chiusi fra le rossa mura di mattoni cotti dal sole: i giardini e il bacino del frutteto di Menara; la Moschea Koutoubia, le tombe Saadian, costruite da Ahmed el Mansour, sul sito di un vecchio cimitero riservato ai discendenti del Profeta, il Museo Dar Si Said che raccoglie una varietà di manufatti di diverso interesse in un riad davvero particolare. Nel pomeriggio scoperta del labirinto dei suk, con i loro molteplici piccoli negozi pieni di attività, e piazza Djemaa El Fna con il suo intrattenimento all’aperto. Cena e pernottamento in Camping.

10 maggio: Mattinata libera per shopping. Primo pomeriggio si parte verso Ouzoud. Camping.

11 maggio: Visiteremo in mattinata con una bella camminata le fantastiche cascate di Ouzoud, meraviglia della natura in scenari fantastici. Partiremo poi alla volta di Meknes. Camping nei pressi delle antiche rovine romane di Volubilis, che visiteremo l’indomani.

12 maggio: Mattinata culturale dedicata alle vestigia di uno dei principali centri dell’antica Roma in suolo africano. Raggiungeremo Fes nel primo pomeriggio. Visita alla Medina. Saluteremo tra oggi e domani gli aviotrasportati. Camping

13 maggio: Partenza mattino presto direzione Tangeri e ci dirigeremo verso il Porto di Tangeri Med per l’imbarco. Navigazione verso Genova – arrivo previsto a Genova il 15 maggio.

PER MAGGIORI INFORMAZIONI SUI COSTI, MODALITA' DI ISCRIZIONE E PER SCARICARE IL PDF DEL PROGRAMMA CLICCARE QUI:
http://www.desartica.com/index.php/e...da-deserto-4x4