ALGERIA
TASSILI CRATERS
VIAGGI FUORISTRADA 4X4

PERIODO:

Dal 14 al 30 marzo 2015


Un viaggio diverso dai soliti, dove il nostro 4x4 sarà il mezzo ideale per visitare e conoscere il nostro più remoto passato.

Punteremo Illizi, con il suo Tassili meno visitato, ma indubbiamente il più affascinante, ricco di storia e con la più alta concentrazione di pitture e incisioni rupestri. Stiamo parlando della zona di Wadi Djeran, scoperto e mappato da Henry Lhote.

Procederemo quindi verso sud, dove raggiungeremo Djanet, detta la "perla del deserto", percorrendo una pista che corre idealmente lungo tutto il confine della nostra amata Libia.

Viaggeremo, visiteremo e godremo anche della visita e dello studio di due sconosciuti probabili crateri da impatto meteoritico, individuati sulle mappe satellitari ma non ancora studiati. Dei quali conosciamo le coordinate, ma non i percorsi di avvicinamento. Ci inventeremo qualcosa!

Viaggio adatto anche per chi ama il fascino della volta celeste e vuole perdersi nell'immensità dell'oscuro soffitto naturale costellato di astri e mistero, osservandone tutto lo splendore.


Desartica offre l'opportunità di vivere tutto questo da un luogo dove l'unica luce è offerta dalla natura del cielo in visione limpida come mai ci appare nel quotidiano, il Deserto.

Un viaggio che rimarrà impresso nella memoria e nello spirito come esperienza di vita incredibile.

Il tutto sotto l'attenta regia e organizzazione di un tour operator che ha fatto la storia dei viaggi nei deserti!



I PRINCIPALI "NUMERI" DEL VIAGGIO:

durata 16 gg – 15 notti

ca 5.000 km, di cui 1.000 fuoristrada

notti in hotel: 3

Autonomia: 1000 km pista

tipologia di difficoltà MEDIA



Per saziare la passione più pura di tutti gli appassionati di deserto Astrofili.

Un soffitto di incanto offerto dal cielo con pavimento mobile di sabbia.

Godremo di incantevoli luoghi terminando le giornate con osservazioni astronomiche in un planetario a cielo aperto, per scoprire le storie mitologiche tramandate dagli avi e raccontate da esperti e appassionati conoscitori.

Avremo la possibilità di sdraiarci sulla sabbia per godere di piogge di meteore senza limite di espressione dei nostri desideri.

Un viaggio dove la natura si esprimerà in tutto il suo selvaggio splendore.

Sarà possibile seguirci con il proprio mezzo 4x4 o semplicemente muniti di zaino e sacco a pelo. Desartica offrirà comunque tutta l'assistenza necessaria nella massima sicurezza.

Un viaggio indimenticabile tra dune e l'incanto dei colori del cielo.


DIDATTICA: DOCENTE

Romano Serra

Laureato in Astronomia e in Fisica, lavora presso il Dipartimento di Fisica dell’Università di Bologna. Partecipa a diverse ricerche nel campo dello studio dei corpi minori del Sistema Solare. In particolare ha studiato gli effetti biologici sugli alberi sopravvissuti all’evento Tunguska: la grande esplosione siberiana del 1908, di probabile origine cosmica. Ha partecipato a diverse spedizioni nel deserto del Sahara per lo studio e la ricerca di testimonianze relative agli impatti di corpi cosmici. Ha scritto decine di articoli scientifici ed+ a carattere divulgativo.

E’ membro di alcune associazioni scientifiche nazionali ed internazionali tra cui la “Meteoritical Society”.

Da anni segue l’attività del Museo del Cielo e della Terra del Comune di San Giovanni in Persiceto di cui è stato, attraverso il Gruppo Astrofili Persicetani, uno dei fondatori e dove è custodita una delle più ricche collezione di campioni di meteoriti esistente in Italia.

Per meriti acquisiti nel campo delle ricerche e della divulgazione nel 1999, l’Unione Astronomica Internazionale, ha attribuito all’asteroide 5302, scoperto nel dicembre 1976 in Crimea, il nome “Romanoserra”.



PROGRAMMA: OSSERVAZIONI DAL CIELO

RAGGIO VERDE:

Al tramonto si potrà osservare il raggio verde (meglio se si dispone di un teleobiettivo oppure oltre al mezzo metro di focale). Il raggio verde è un fenomeno dovuto alla dispersione della luce che si verifica quando il sole tramonta oppure sorge. Il fenomeno lo si può osservare bene in mare, ma anche nel deserto è abbastanza comune.

LUCE ZODIACALE:

Dopo il tramonto si potrà osservare, complice la breve durata del crepuscolo, una debole ed argentea luce che dall'orizzonte si snoderà per buona parte del cielo fino allo zenit, è le luce zodiacale. Cioè la riflessione della luce solare da parte di particelle e polvere prevalentemente di origine cometaria, presente sul piano dell'eclittica cioè dell'orbita della Terra attorno al sole. L'assenza della Luna e la favorevole posizione dell'eclittica in cielo, metteranno nelle condizioni ideali chi vorrà osservare e fotografare il fenomeno.

CIELO PROFONDO:

Le condizioni astronomiche saranno interessantissime. L'assenza della Luna e la bassa latitudine permetteranno di osservare molto bene le costellazioni dello zodiaco presenti in cielo.

Il cielo è ricco di oggetti: ammassi di stelle, nebulose planetarie, ammassi globulari ecc.

GEGENSCHIEN:

In piena notte si potrà osservare una debole luminosità a forma circolare, delle dimensioni di 6-7 gradi, nella costellazione della Vergine che è opposta alla costellazione dei Pesci che è quella dove si trova il Sole.

E' il Gegenschien, cioè il bagliore nel cielo opposto alla posizione del Sole rispetto all Terra.

VIA LATTEA:

Al mattino, un paio di ore prima del sorgere del Sole, sorgerà con tutta la sua imponenza la Galassia assieme alla luce sfavillante di Venere.


IL PROGRAMMA

14 marzo: Partenza da Genova – Orario nave 15:00.

15 marzo: Sbarcati a Tunisi, dopo aver sbrigato le formalità doganali, puntiamo verso sud per la prima tappa a Gafsa. Pernottamento in Hotel (km 400)

16 marzo: Partenza di prima mattina per la frontiera di Taleb Arabi, incontro con la guida e disbrigo delle formalità nelle solite 3 o 4 ore. Inizio del percorso che ci porterà nel cuore del Sahara. Hotel

17 - 18 marzo: Saranno due giorni di trasferimento verso Illizi. Campi lungo il percorso.

19 - 20 - 21 - 22 - 23 marzo: Percorrendo piste e percorsi liberi, in ouadi formatisi in milioni di anni, arriveremo nei pressi dei due crateri. Effettueremo diverse soste esplorative su paleosuoli e terreni vari, mirate anche al ritrovamento e studio di eventuali residui meteoritici. Immancabili ovviamente anche le soste presso i principali siti di pitture e incisioni rupestri.

24 marzo: Arriveremo a Djanet - giro di boa della nostra spedizione. Il rientro sarà su asfalto, ma i panorami che vedremo saranno un compagno di viaggio assolutamente piacevole.

25 - 26 - 27 marzo: Riprendiamo il nostro asfalto e, ripercorrendo le strade dell’andata, punteremo verso NORD per il rientro. Arrivo previsto in frontiera per il pomeriggio. Campo dopo il confine.

28 marzo: Partiamo nella mattinata e arriviamo in serata nel nostro Hotel di Hammamet – piscina e relax a volontà.

29 marzo: Ritrovo alle 12 al Porto della Goulette a Tunisi, dove ci attende la nostra nave per il rientro

30 marzo: Arrivo a Genova.


PER MAGGIORI INFORMAZIONI SUI COSTI, MODALITA' DI ISCRIZIONE E PER SCARICARE IL PDF DEL PROGRAMMA CLICCARE QUI:
http://www.desartica.com/index.php/t...da-deserto-4x4