BULGARIA 4X4

dal 6 al 14 settembre 2014

Il legame tra Oriente e Occidente

I mistici monti Rodopi, la più antica montagna sui Balcani, scene di montagna tranquilla e ricca biodiversità. Il paesaggio è dolce e arrotondato, costituito da alte creste e valli profonde con gole intrecciate con i bacini fluviali. Qui si possono trovare il 70% dei minerali del mondo, così come circa 600 grotte. Lungo il percorso si può’ vedere qualche mezzo di trasporto vecchio stile: carri di legno trainati da cavalli, asini o mucche. Si possono anche incontrare alcuni zingari nomadi, raccogliendo funghi e bacche nel bosco, così come alcuni abitanti musulmani occupati con la coltivazione del tabacco e le patate, o mandrie di pecore o capre che scende dalla montagna alla fine della giornata.

I PRINCIPALI "NUMERI" DEL VIAGGIO:
DURATA: 9 giorni e 8 notti
PERNOTTAMENTI: 6 notti in hotel 3 o 4 stelle con trattamento in ½ pensione – 2 notti in traghetto
DIFFICOLTA’: Facile

Tipici villaggi di montagna con architettura particolare e vivace vita locale, 5 delle dighe di montagna più grandi e belle in Bulgaria, fenomeni naturali mozzafiato: gole, grotte, ponti di roccia, laghi. I percorsi che effettueremo sono al 60% in off road, con spettacolari passaggi nei boschi, nelle montagne e sulle spiagge, a poca distanza dai laghi e dal Mar Nero.


IL PROGRAMMA

6 settembre: Traghetto Brindisi – Igoumenitsa.

7 settembre: IGOUMENITSA - SALONICCO - PLOVDIV: Sbarco alle h 4,30, e, dopo la colazione, partenza alla volta di Salonicco, e dopo un veloce pranzo, ripartiamo e in serata arrivo a Plovdiv dove ceneremo e pernotteremo in Hotel.

8 settembre: PLOVDIV – STAROSEL – TROJAN – TETEVEN – SOFIA: Il centro storico della città di Plovdiv, antica Trimontium in epoca romana: la seconda città più grande ed importante della Bulgaria. La città rivela i tesori dei suoi antichi e gloriosi abitanti – gli Ellenici, i Traci, i Romani, i Bulgari, etc. La città stessa è un caleidoscopio di culture, tradizioni, religioni. Nel villaggio di Starosel si trova un’antica tomba, aperta di recente. Una scala di blocchi di pietra attraversa il corridoio fino alla camera circolare con cupola decorata con semi-colonne e decorazioni floreali. Nel 2000 la tomba è stata visitata dalla regina danese Margrethe II. Nei pressi del complesso sono state scoperte altri tumuli traci, tra i quali l’unica tomba in Tracia con un colonnato. Il villaggio è famoso anche per la sua cantina, di cui la sala degustazione è un vero e proprio tempio del vino costruito sotto terra, dove si possono degustare vini meravigliosi prodotti lì. Continuiamo alla volta del cinquecentesco Monastero di Troyan, una delle opere più rilevanti dell'architettura bulgara anche grazie agli affreschi ottocenteschi della chiesa principale opera di Zahari Zograph. Teteven è situata sulle rive del fiume Vit ed ai piedi del monti Stara Planina. E la sera cena e pernottamento in Hotel a Sofia.

9 settembre: SOFIA – HISARYA – KALOFER – STARA ZAGORA – VELIKO TARNOVO: Sofia è il principale centro amministrativo, industriale, culturale e dei trasporti di tutto il Paese con una popolazione di quasi 1.300.000 abitanti. Dopo colazione andremo a visitare la Cattedrale Aleksandar Nevski, l'edificio più rappresentativo della città. La cattedrale di Aleksandăr Nevski è alta 45 metri e il campanile contiene 12 campane. L'interno della cattedrale è in stile italiano. Ripartiamo alla volta di Kalofer, è un piccolo paese annidato ai piedi dei Balcani. La zona in cui si trova è famosa per essere il luogo ideale per la coltivazione delle rose dalle quali qui ne viene distillato l’olio: l’ingrediente naturale principe della cosmesi. In Bulgaria viene prodotto l’80% della richiesta mondiale. In paese il complesso memoriale dell’eroe rivoluzionario Hristo Botev domina la zona. Il borgo di Kalofer è molto suggestivo e invita a rilassarsi per qualche ora. La Stara Planina (la catena montuosa dei Balcani Centrali) ripara in un abbraccio il centro abitato e le case in stile rinascimentale si susseguono ordinatamente lungo stradine pulite. Hissar è una piccola città nel centro della Bulgaria, situata ai piedi della montagna di Sredna Gora e le sue viste pastorali sono parte integrale dell’atmosfera di questa regione. Il clima mite, il bel paesaggio e le sorgenti minerali sono la ragione della sua popolarità dai tempi antichi fino ad oggi. Ci sono 22 sorgenti con diverse temperature e livello di mineralizzazione dell’acqua la cui provata proprietà curativa aiuta nel trattamento di malattie urologiche, gastrointestinali e del fegato. Veliko Tarnovo, dalle case arroccate in stile orientale. Ceneremo e pernotteremo in quella che fu la capitale bulgara tra il 1187 e il 1393: Veliko Tarnovo.

10 settembre: VELIKO TARNOVO – ARBANASI – VARNA: Veliko Tărnovo è una città della Bulgaria settentrionale con circa 102.000 abitanti. Situata sulle sponde rocciose del fiume Jantra è capoluogo dell'omonima regione ed è un importante nodo per le vie di comunicazione. Nel cuore della pianura tracia, Stara Zagora è una città dai viali ombreggiati e dai molti giardini. Antica città romana, piena di vita, è una tappa piacevole fra Plovdiv e il Mar Nero. Una passeggiata in centro città ci porterà al giardino comunale e alla via pedonale che evoca lo zar Simeone il Grande. Cena e pernottamento in Hotel sul Mar Nero a Varna.

11 settembre: VARNA – NESEBAR – BURGAS: Varna, conosciuta anche come "la perla del Mar Nero", è la seconda città della Bulgaria, dopo la capitale Sofia. La città, posta nella parte orientale del Paese, ha un importante porto sul Mar Nero, vicino al lago Varnesko. La città venne ribattezzata “Stalin” in onore della guida dell'Unione Sovietica per un breve periodo dal 1949 al 1956. Oggi è sede di un museo navale, dov'è esposta anche la nave-museo ricavata nel torpediniere Drazki. Proseguiamo per la città-museo di Nessebar, celebre per la bellezza dei suoi monumenti, e dopo il pranzo visitiamo la città vecchia e la bizantina Chiesa di Santo Stefano. Burgas È la quarta città della Bulgaria per numero di abitanti, circa 200.000, dopo Sofia, Plovdiv e Varna. Burgas si trova sulla costa occidentale del Mar Nero, in corrispondenza dell'ampia baia omonima. Alle spalle, la città è circondata da laghi costieri, il maggiore dei quali prende nome dalla città stessa. Cena e pernottamento in Hotel sul mare a Burgas.

12 settembre: BURGAS – KARDZALI – SMOLIAN – PAMPONOVO – PLOVDIV: Da Kardzhali, visita di Perperikon e andremo a vedere il lago di Karjali. L'antica città tracia di Perperikon sorge su una roccia nei Monti Rodopi, circa 1.400 m sopra il livello del mare. Nelle vicinanze scorre il fiume Perpereshka, con tracce di oro, formando una valle di 11 km di lunghezza e 4 km di larghezza. Tra le escursioni si segnalano la cascata di Smolyan, alta 20 m, e il paese di Momchilovci, costruito nell’architettura tipica della regione. I turisti potranno apprezzare l’architettura unica dei villaggi dei Rodopi, come Momchilovci, Smilian. Qui si impara la ricetta della longevità degli abitanti locali. Smilian è un produttore di uno dei migliori chicchi di sorta in Bulgaria. Nel museo sono esposti anche foto fatte con fagioli di ospiti del villaggio. Pamporovo si trova ai piedi del picco di Snezhanka (1926 metri) sulle montagne Rodopi, ad una distanza di 260 km da Sofia, 85 km da Plovdiv e 16 km da Smolyan. Prima di arrivare a Plovdiv, visita del secondo monastero più grande e famoso bulgaro: il monastero di Bachkovo. Cena e pernottamento in Hotel a Plovdiv.

13 settembre: PLOVDIV - IGOUMENITSA: Dopo colazione, partenza alla volta del porto di Igoumenitsa, arrivo la sera e dopo mezzanotte, imbarco sulla nave in direzione Brindisi.

14 settembre: ARRIVO A BRINDISI: Sbarco la mattina, e Il viaggio, anche per questa volta, è finito, ma ci sentiamo pronti per il prossimo, e comunque ci rimango bellissimi ricordi degli spettacolari posti visitati in Bulgaria.

PER MAGGIORI INFORMAZIONI SUI COSTI, MODALITA' DI ISCRIZIONE E PER SCARICARE IL PDF DEL PROGRAMMA CLICCARE QUI:
http://www.desartica.com/index.php/t...uoristrada-4x4