Iscriviti alla newsletter di Fuoristrada.it:  


Risultati da 1 a 6 di 6

Discussione: Niva 1,7 iniezione motore 21214b anno 2003

  1. Predefinito Niva 1,7 iniezione motore 21214b anno 2003

    E' piu' di un mese che cerco di capire se la temperatura del mio mulo e' regolare.
    Andando per ordine,ho avuto alcune peripezzie con il differenziale davanti,al punto che ho dovuto ricoverare il mezzo.
    Visto che era in terapia,e che faceva fatica a scaldare,ho dato mandato di verificare se fosse tutto ok ( la temperatura sullo strumento,faceva fatica ad arrivare a 90°,ed avendo l'impianto a gas,da fredda percorrevo anche 3/4 km prima che facesse il cambio benza / gas )
    Ora ho la senzazione che sia l'esatto opposto,lo strumento si posizione tra 90 e rosso,in piu' quando mi fermo sento odore di strinato.
    Con la pistola termica,leggo valori che sembrano normali, 80-85° ( lo strumento del cruscotto indica oltre 90° )
    Le ventole si accendono e spengono regolarmente.
    Il meccanico dice e' tutto regolare,nei vari siti noti,leggo varie teorie,chi dice che va tutto bene,che e' normale cosi',chi sostiene che se non intervengo ,presto brucio la testata,alla fine,non ci capisco un emerito cazz.
    Ora ,se qualcuno ha il mio stesso modello,potrebbe dirmi se risulta anche a voi che sia normale?
    Non vorrei che andando avanti cosi' e con l'arrivo di temperature ambiente alte,le cose peggiorassero ulteriormente.
    CIAO CIAO

  2. #2

    Predefinito

    Io non mi fiderei molto dello strumento della Niva, se con la pistola termica hai valori, a mio avviso, nella norma, non mi preoccuperei molto della cosa, al limite mi prenderei un nuovo termometro (più professionale e preciso) e me lo posizionerei sul tunnel centrale, subito dopo la leva del blocco.

    Ciao.

    Ric

  3. Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da ladapeppo Visualizza Messaggio
    E' piu' di un mese che cerco di capire se la temperatura del mio mulo e' regolare.
    Andando per ordine,ho avuto alcune peripezzie con il differenziale davanti,al punto che ho dovuto ricoverare il mezzo.
    Visto che era in terapia,e che faceva fatica a scaldare,ho dato mandato di verificare se fosse tutto ok ( la temperatura sullo strumento,faceva fatica ad arrivare a 90°,ed avendo l'impianto a gas,da fredda percorrevo anche 3/4 km prima che facesse il cambio benza / gas )
    Ora ho la senzazione che sia l'esatto opposto,lo strumento si posizione tra 90 e rosso,in piu' quando mi fermo sento odore di strinato.
    Con la pistola termica,leggo valori che sembrano normali, 80-85° ( lo strumento del cruscotto indica oltre 90° )
    Le ventole si accendono e spengono regolarmente.
    Il meccanico dice e' tutto regolare,nei vari siti noti,leggo varie teorie,chi dice che va tutto bene,che e' normale cosi',chi sostiene che se non intervengo ,presto brucio la testata,alla fine,non ci capisco un emerito cazz.
    Ora ,se qualcuno ha il mio stesso modello,potrebbe dirmi se risulta anche a voi che sia normale?
    Non vorrei che andando avanti cosi' e con l'arrivo di temperature ambiente alte,le cose peggiorassero ulteriormente.
    CIAO CIAO
    Lo strumento temperatura motore sul cruscotto non serve ad una emerita cippa.
    Ha un margine di errore di 10-15-20 gradi.
    Quindi non serve a niente.
    Visto che la vettura è del 2003, e quindi OBDII compatibile, controllerei con uno scanner da OBDII cosa legge la centralina.
    In condizioni ottimali viaggiando a 85-90 Km/ora la temperatura si posiziona su 90 gradi.
    Al minimo da fermo arriva fino a 96 poi passa di botto a 99 e fa partire le ventole, la temperatura cala piano fino a 96 poi a 95 poi di colpo a 93 e si spengono le ventole. Solo rararmente, sotto sforzo, in salita ed in estate arriva a 100-101.

  4. Predefinito

    Lo strumento temperatura motore sul cruscotto non serve ad una emerita cippa.
    Ha un margine di errore di 10-15-20 gradi.
    Quindi non serve a niente.
    Visto che la vettura è del 2003, e quindi OBDII compatibile, controllerei con uno scanner da OBDII cosa legge la centralina.
    In condizioni ottimali viaggiando a 85-90 Km/ora la temperatura si posiziona su 90 gradi.
    Al minimo da fermo arriva fino a 96 poi passa di botto a 99 e fa partire le ventole, la temperatura cala piano fino a 96 poi a 95 poi di colpo a 93 e si spengono le ventole. Solo rararmente, sotto sforzo, in salita ed in estate arriva a 100-101.
    In alternativa con una pistola termica controllare la congruenza fra valori della pistola e strumento OBD.
    La pistola va puntata sul sensore temperatura multifunzione della centralina che è quello che si trova nel raccordo tra testata e tubo superiore del radiatore. Quello è il punto più caldo dell'acqua. In genere c'è uno scarto di 5 gradi. Nel senso che la centralina restituisce valori più elevati di 4-5-6 gradi. In pratica quando segna 100 in realtà sono 95. Scarti maggiori di 5 gradi indicano che il sensore non lavora bene e va sostituito. Oltre a controllare la spina del sensore stesso perchè essendo un sensore puramente resistivo un aumento della resistenza da cattivo contatto diminuisce la temperatura letta dall'OBD. Resistenza elevata temperatura bassa , resistenza bassa temperatura alta. 150 Ohm di resistenza= temperatura di 102 gradi, 100.000 Ohm temperatura di -40.

  5. Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da ladapeppo Visualizza Messaggio
    E' piu' di un mese che cerco di capire se la temperatura del mio mulo e' regolare.
    Andando per ordine,ho avuto alcune peripezzie con il differenziale davanti,al punto che ho dovuto ricoverare il mezzo.
    Visto che era in terapia,e che faceva fatica a scaldare,ho dato mandato di verificare se fosse tutto ok ( la temperatura sullo strumento,faceva fatica ad arrivare a 90°,ed avendo l'impianto a gas,da fredda percorrevo anche 3/4 km prima che facesse il cambio benza / gas )
    Ora ho la senzazione che sia l'esatto opposto,lo strumento si posizione tra 90 e rosso,in piu' quando mi fermo sento odore di strinato.
    Con la pistola termica,leggo valori che sembrano normali, 80-85° ( lo strumento del cruscotto indica oltre 90° )
    Le ventole si accendono e spengono regolarmente.
    Il meccanico dice e' tutto regolare,nei vari siti noti,leggo varie teorie,chi dice che va tutto bene,che e' normale cosi',chi sostiene che se non intervengo ,presto brucio la testata,alla fine,non ci capisco un emerito cazz.
    Ora ,se qualcuno ha il mio stesso modello,potrebbe dirmi se risulta anche a voi che sia normale?
    Non vorrei che andando avanti cosi' e con l'arrivo di temperature ambiente alte,le cose peggiorassero ulteriormente.
    CIAO CIAO
    Anche la mia ad un certo punto lo strumento che indica la temperatura ha cominciato a segnare strano.....ho staccato lo spinotto sul sensore è lìho pulito con spray per contatti secchi,il problema era l'ossido formatosi, poi ha cominciato a segnare come prima, qualche grado di differenza paragonato al creader V alla pistola a infrarossi ma niente di esagerato.

    Angelo.

  6. #6
    Iscrizione
    Mar 2014
    Città
    Agordo - Dolomiti
    Messaggi
    38

    Predefinito

    So che è inutile visto che è un'autorità, ma confermo quanto dice Alexanca: rispetto al CReader, lo strumento sulla mia segna regolarmente 15 gradi in più...

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •