Iscriviti alla newsletter di Fuoristrada.it:  


Risultati da 1 a 9 di 9

Discussione: Pajero 2800 3p

  1. Predefinito Pajero 2800 3p

    Ragazzi volevo sapere qualcosa in più su questo veicolo...da quanto ho capito è stato in produzione fino al 2000 e sembra che sia maggiormente dotato rispetto ai nuovi modelli... possiede anche le spospensioni regolabili elettronicamente oltre al blocco del differenziale posteriore, trasmissione s.s., bussola altimetro ecc...ha la possibilità di aprire i finestrini post cosa non effettuabile nei modelli successivi...inoltre mi sembra anche leggermente più compatto come dimensioni e ha una linea a mio avviso più gradevole... il discorso che in vendita si trovano che hanno percorso non meno di 170000 km...ne ho trovato uno del 1996 e l'altro del 2000 secondo voi dopo tanti anni e diversi km percorsi, ammesso che è stata fatta sempre la manutenzione e sono stati trattati molto bene, sono affidabili o conviene lasciare perdere..??

    Gianluca

  2. #2

    Predefinito

    Dipende da ciò che chiedi al Pajero... Se vuoi farci fuoristrada anche impegnativo allora vai di 2800 ma comunque aspettati soldi da spendere per eventuali miglioramenti o riparazioni... Invece per uso quasi solo asfalto lascia perdere e vai di più recente

  3. #3
    Iscrizione
    Jun 2009
    Fuoristrada
    3.2 GLX auto - ex 2.8GLS
    Città
    Thiene (VI)
    Messaggi
    90

    Predefinito

    Ciao Gianluca,
    Io ho un 2.8 uguale a quello che descrivi... un 96 con 1700000 Km e tutti gli optional che indichi, più il tettuccio apribile !

    Sicuramente Giorgio ha dato un indicazione precisa: se ci devi fare del fuoristrada leggero (non trial) è un ottima macchina... per cose impegnative forse non è il mezzo più indicato; condivido anche che se devi fare asfalto, forse c'è di meglio.

    Malgrado questo io sono più che soddisfatto del mezzo, pur considerando i consumi da "JET" noti ed a patto di sostituire ad ogni utilizzo le gomme a seconda del percorso (stradale o fuoristrada). Per darti un idea, se al venerdi c'è un uscita in fuoristrada ed alla domenica una gita "al mare"... devo considerare un ora di lavoro, al sabato, per smontare i cerchi con le MUD e montare i cerchi con le stradali..., per poi fare viceversa alla successiva uscita in off road.

    Costi: in quattro anni, e 40.000 km ci ho speso un migliaio di € per la manutenzione ordinaria: pompa, candelette, crocera, contatto avviamento, olii e grassi... normali usure dovute all'utilizzo normale e all'età del mezzo. Poi ci ho speso qualche altro centinaio di € a causa dell'uso fuoristradistico che ne faccio: fanali rotti, marmitta schiacciata, giunto, pedane, carrozzeria, ritocchi...

    Se dovessi cambiare mezzo, previa prova, opterei per un altro Payero ma un 3.2 del 2000/2002 corto automatico... in effetti l'unica lamentela che mi verrebbe da fare è la scarsa potenza disponibile, 130 CV per 2 tons non sono molti. So che sono due vetture sostanzialemnte differenti ma mi piacerebbe provare anche il secondo...

    ciau, Marco

  4. #4

    Predefinito

    Io uso le mud tranquillamente per fare tutto... L'anno prossimo spero di far omologare ste benedette 31 e di poter così prendere un unico treno buono di mud... Chessó... General grabber mud o qualcosa di simile ed andrò con un solo treno. Questa cosa del doppio treno mi prende molto male ed alla fine o lascio le stradali o lascio le mud

  5. #5
    Iscrizione
    Feb 2005
    Fuoristrada
    Pajero 2.5TDI V24
    Città
    BIELLA
    Messaggi
    2,260

    Predefinito

    Trovo strano che non sia stata citata la possibilità di avere almeno 2, io ne ho 3: mud, a/t, invernali, treni di gomme montate su cerchi da montare all'occorrenza. La soluzione di avere sempre le mud io l' ho scartata per diversi motivi: consumo superiore del 10-15%, rumore, tenuta di strada e frenata peggiore, guida meno precisa e gradevole, non ok su neve e asfalto.

  6. #6
    Iscrizione
    Jun 2009
    Fuoristrada
    3.2 GLX auto - ex 2.8GLS
    Città
    Thiene (VI)
    Messaggi
    90

    Predefinito

    Io ho scritto di due treni di gomme: "cerchi con le mud" e "cerchi con le stradali".

    Circa l'utilizzo delle mud SEMPRE: sicuramente dipende anche da che tipo di mud si hanno montate: attualmente io ho quattro shark della Tagom; vi assicuro che partire dalla zona di Vicenza x andare a vedere la Baja a Pordenone, via A27 -A4 e A28 e ritorno, diventa una bella impresa !

    Per la gran parte del tempo anch'io monto le mud, riscontrando l'aumento sui consumi di carburante, ma quando mi devo muovere in autostrada o se devo fare molto asfalto - sia per il rumore ma soprattutto per il controllo dell'auto - installo il treno stradale.

    Non ho mai avuto gomme termiche/invernali per il Pajero... mi sono "arrangiato" con ciò che avevo montato e, posso dire, che meglio delle attuali shark (sulla neve) andavano le mie precedenti MUD SPORT, casualmente sempre Tagom.

    Mi piacerebbe provare delle 31; le shark sono 265/70/15, come le Bridgestone dueler AT stradali, mentre le mud sport erano 245/75/15.

    Quindi la scelta del doppio treno di gomme è, anche secondo me, molto azzeccata... a patto di avere il posto per tenerle e per montarle in autonomia alla bisogna. Non ho mai riscontrato la necessità di avere delle invernali "pure".

    Ciau, Marco

  7. Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da iw3hhn Visualizza Messaggio
    Ciao Gianluca,
    Io ho un 2.8 uguale a quello che descrivi... un 96 con 1700000 Km e tutti gli optional che indichi, più il tettuccio apribile !

    Sicuramente Giorgio ha dato un indicazione precisa: se ci devi fare del fuoristrada leggero (non trial) è un ottima macchina... per cose impegnative forse non è il mezzo più indicato; condivido anche che se devi fare asfalto, forse c'è di meglio.

    Malgrado questo io sono più che soddisfatto del mezzo, pur considerando i consumi da "JET" noti ed a patto di sostituire ad ogni utilizzo le gomme a seconda del percorso (stradale o fuoristrada). Per darti un idea, se al venerdi c'è un uscita in fuoristrada ed alla domenica una gita "al mare"... devo considerare un ora di lavoro, al sabato, per smontare i cerchi con le MUD e montare i cerchi con le stradali..., per poi fare viceversa alla successiva uscita in off road.

    Costi: in quattro anni, e 40.000 km ci ho speso un migliaio di € per la manutenzione ordinaria: pompa, candelette, crocera, contatto avviamento, olii e grassi... normali usure dovute all'utilizzo normale e all'età del mezzo. Poi ci ho speso qualche altro centinaio di € a causa dell'uso fuoristradistico che ne faccio: fanali rotti, marmitta schiacciata, giunto, pedane, carrozzeria, ritocchi...

    Se dovessi cambiare mezzo, previa prova, opterei per un altro Payero ma un 3.2 del 2000/2002 corto automatico... in effetti l'unica lamentela che mi verrebbe da fare è la scarsa potenza disponibile, 130 CV per 2 tons non sono molti. So che sono due vetture sostanzialemnte differenti ma mi piacerebbe provare anche il secondo...

    ciau, Marco
    Beh io devo fare più asfalto che fuoristrada... avevo pensato anche a un pajero pinin più maneggevole in città di contro meno dotato in furoristrada...il dilemma è 5p o 3p pinin mpi (full time 4wd) con impianto gpl o il gdi (non si può montare l'impianto gpl) però ha la trasmissione s.s......ma non sono riuscito a capire cosa realmente si può fare con un mpi in fuoristrada.....

  8. #8
    Iscrizione
    Jun 2009
    Fuoristrada
    3.2 GLX auto - ex 2.8GLS
    Città
    Thiene (VI)
    Messaggi
    90

    Predefinito

    Non conosco il Pinin ma per quanto riguarda la mia scelta è stata "precisa": volevo il corto. Infatti non è previsto che abbia passeggeri e per la famiglia uso un altra auto.
    Cercavo un GLS con SS... qui, nella mia zona, ne avevo trovate 3 - nel 2009.
    Circa il benzina o diesel: certo che se avessi trovato un 3.0 o 3.5 V6 quando ho acquistato il mio.... ci avrei fatto sicuramente un pensierino, gasandolo, comunque avrei fatto BENE i "conti"... già consuma il diesel di suo.
    Un altra cosa, molto soggettiva, è l'indicazione "fuoristrada"; credo che per fare uno sterrato carrabile, anche rovinato, un qualsiasi SUV sia più che sufficiente; se invece penso di attravrsare un torrente, magari con l'acqua, sicuramente serve dell'altro; se poi volessi fare anche qualche giro in pista o raduno hard... ALLORA TI SERVE UN PAJERO !!! (hi hi).
    ciau

  9. Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da iw3hhn Visualizza Messaggio
    Non conosco il Pinin ma per quanto riguarda la mia scelta è stata "precisa": volevo il corto. Infatti non è previsto che abbia passeggeri e per la famiglia uso un altra auto.
    Cercavo un GLS con SS... qui, nella mia zona, ne avevo trovate 3 - nel 2009.
    Circa il benzina o diesel: certo che se avessi trovato un 3.0 o 3.5 V6 quando ho acquistato il mio.... ci avrei fatto sicuramente un pensierino, gasandolo, comunque avrei fatto BENE i "conti"... già consuma il diesel di suo.
    Un altra cosa, molto soggettiva, è l'indicazione "fuoristrada"; credo che per fare uno sterrato carrabile, anche rovinato, un qualsiasi SUV sia più che sufficiente; se invece penso di attravrsare un torrente, magari con l'acqua, sicuramente serve dell'altro; se poi volessi fare anche qualche giro in pista o raduno hard... ALLORA TI SERVE UN PAJERO !!! (hi hi).
    ciau
    io fuoristrada non l'ho mai fatto in Italia...quando sono andato in Australia li mi sono divertito...piste di sabbia, fango, sterrati...volevo un mezzo che mi consentisse di viaggiare bene su strada e affrontare un pò di fuoristrada per "godere" la natura...se devessi affrontare un semplice sterrato andrebbe bene anche un veicolo normale, cerco qualcosa in più..... certo in Australia penso che ci siano molte molte più possibilità...cmq il pinin è un piccolo pajero, il quale è stato prodotto dalla mitsubishi solo a benzina...

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •