ITALIA IN SUV E 4X4 – APPENNINO PARMENSE E REGGIANO

APPENNINO PARMENSE E REGGIANO
Viaggi SUV e 4X4
8 – 9 – 10 DICEMBRE 2017

Tre giorni di emozioni, immersi nell'appennino parmense e reggiano, fra curve e sterrati facili alla scoperta delle tradizioni culinarie locali e dei prodotti di eccellenza famosi in tutto il mondo.

Il tour si svolge all'interno delle province di Parma e Reggio Emilia, principalmente all'interno del parco dell'appennino toscoemiliano, e ha lo scopo di far gustare a tutti i partecipanti l'eccellenza enogastronomica emiliana, conosciuta in tutto il mondo, immersi nello splendido scenario appenninico.

Il percorso, nella parte appenninica, si snoda fra strade e curve di montagna, affrontando alcuni sterrati alla portata di tutti i suv o crossover.

In caso di neve verranno valutate le condizioni delle strade (soprattutto quelle sterrate) e percorsi eventuali percorsi alternativi.

COSA PORTARE:

Auto equipaggiata con pneumatici M+S in buone condizioni.
Sacco a pelo o saccoletto per il pernottamento in rifugio.
Zaino con l'occorrente per il pernottamento (il rifugio del secondo giorno lo raggiungeremo a piedi e la macchina sarà distante circa un quarto d'ora).
Vestiti pesanti, visto il periodo e la zona.
Scarponi e vestiti antipioggia in caso di tempo avverso.

N.B. Le passeggiate indicate nel programma sono facoltative a discrezione dei partecipanti, da valutare anche in base alle condizioni meteo e all'orario. L’unica passeggiata a cui è necessario partecipare sarà quella per arrivare al rifugio Segheria, dove effettueremo la cena e il pernottamento del secondo giorno.


IL PROGRAMMA:

GIORNO 1: Ritrovo ore 9.30 presso la storica cantina vinicola Casali Viticultori, visita alla cantina con degustazione dei vini prodotti dall'azienda. Il vino per eccellenza di queste zone è Il Lambrusco, uno dei più antichi vitigni autoctoni italiani, già cantato da Virgilio e presente in epoca antica tra Mantova e l’Emilia e tra il Po e l’Appennino. In mattinata ci sposteremo nel comune di Langhirano dove visiteremo il museo del prosciutto di Parma. La visita guidata al museo, attraverso otto sezioni tematiche, ci permetterà di scoprire i segreti e la storia della produzione del Re dei salumi. Dopo la visita ci sposteremo nell'alto appennino, dove raggiungeremo il rifugio Lagoni che ci preparerà un pranzo caratteristico. Dopo pranzo punteremo decisi verso est addentrandoci all'interno dei boschi del Parco dei cento laghi, nell'appennino parmense, che attraverseremo con una strada sterrata paesaggistica. Nel pomeriggio entreremo nell'appennino reggiano e ci accoglierà il rifugio Pratizzano, luogo del pernottamento, alle pendici del monte Ventasso. Cena in rifugio con cucina casereccia e pernottamento.

GIORNO 2: In mattinata faremo visita alla storica acetaia “il vascello del monsignore”, incorniciata fra le cime dell'appennino reggiano, che ci permetterà di scoprire i segreti, tramandati nei secoli, della produzione dell'aceto balsamico. Sempre presso l'acetaia avremo anche la possibilità di degustare i loro prodotti. Riprenderemo il giro percorrendo una strada carraia che ci condurrà fino al rifugio Monteorsaro, alle pendici del monte Cusna, vetta più alta dell'appennino reggiano, dove pranzeremo con piatti tipici della tradizione montanara. Dopo pranzo ci rimetteremo in strada e ci addentreremo alla scoperta dell'Abetina Reale, formata da nuclei spontanei di abeti bianchi secolari contornati da abeti rossi. Dopo aver percorso una strada sterrata e un quarto d'ora a piedi, raggiungeremo il luogo del pernottamento, il rifugio Segheria, che prende il nome dall'antica segheria costruita alla fine del XV secolo dal Ducato Estense e rimasta in funzione fino alla fine degli anni sessanta. Nel pomeriggio possibilità di passeggiata all'interno dell'abetina reale. Seguirà la cena, cucinata dai cuochi del rifugio in base alle tradizioni montanare.

GIORNO 3: Partenza dal rifugio Segheria, dopo una passeggiata di venti minuti e un tratto di sterrato in auto ci sposteremo verso nord, dove visiteremo un caseificio che produce Parmigiano Reggiano, originario di queste zone. Terminata la visita e la degustazione, ci sposteremo alle pendici della Pietra di Bismantova, montagna dalla forma unica, che si staglia isolato formando un piccolo altopiano, citata anche da Dante nella Divina Commedia. Per chi vuole, possibilità di passeggiata di circa mezz'ora fino alla sommità della Pietra, dalla quale si gode di un panorama unico verso tutto l'appennino. Pranzo a base di piatti tipici presso la Foresteria San Benedetto alle pendici della Pietra di Bismantova. Dopo pranzo, rientro libero ognuno per la sua destinazione.


PER MAGGIORI INFO SU COSTI E MODALITA' D'ISCRIZIONE CLICCARE QUI:
https://www.desartica.com/2018/apert...nazione-italia